Certificato di stato libero: come ottenerlo con pochi click

Il Certificato di stato libero serve a comprovare l’assenza di vincoli coniugali. Puoi richiederlo anche online con Pratiche.it

Cos’è il Certificato di Stato Libero

Cos'è

Il Certificato di stato libero è un documento rilasciato dall'Ufficio Anagrafe del comune di residenza e certifica la libertà di stato di un soggetto, dimostrando l'assenza del vincolo del matrimonio. All’interno del certificato di stato libero sono riportati i dati anagrafici dell’interessato e il suo stato civile:

  • celibe o nubile
  • vedovo/a
  • divorziato/a

Questo documento rientra solitamente tra la documentazione necessaria per il matrimonio. Ma non solo, poiché questo certificato è tra i documenti richiesti per il rogito: il notaio infatti, prima di procedere al rogito necessita di tutta una serie di documenti tra i quali figurano alcuni certificati dello stato civile.

Come Richiedere il Certificato di Stato Libero

Il certificato può essere richiesto non solo dal diretto interessato, ma da chiunque ne abbia interesse e sia a conoscenza dei dati anagrafici (nome, cognome, data di nascita), del comune di residenza dell'intestatario del certificato e dell’uso a cui è destinato.
Per ottenere il certificato di stato libero dovrai recarti presso l’ufficio dell’anagrafe con documento di identità valido. Bisogna poi fornire tutti gli elementi utili per identificare l’intestatario, cioè nome, cognome, data di nascita e indirizzo completo. Tuttavia, per evitare perdite di tempo, o se abiti lontano dal comune di residenza, potrai anche affidarti ai servizi di Pratiche.it.
Un incaricato Pratiche.it si recherà presso gli uffici Comunali, con i documenti utili per la richiesta, permettendo di ricevere il Certificato di Stato Libero comodamente sul PC, in ufficio come a casa e inviando il documento anche per Posta Prioritaria, al domicilio preferito.

Richiedere lo stato libero

Validità Certificato di Stato Libero

Validità dello stato libero

Salvo esenzioni il certificato di stato civile viene rilasciato in bollo (16 euro) e ha validità di sei mesi dalla data del rilascio.
Se dopo la scadenza le informazioni non sono variate, gli interessati potranno dichiararlo in calce, senza l'obbligo di autenticare la firma né di apporla in presenza del dipendente addetto.

© Copyright Pratiche.it S.r.l. - Piazza Duca d'Aosta, 12 - 20125 Milano - Partita Iva 05531130960