Blog pratiche.it

Blog

Cerca

Telepass aumenta i prezzi: Quali alternative e come disdire 

Telepass aumenta i prezzi: rincari fino al 113% a partire da luglio. Quali sono le alternative offerte dal mercato e come disdire il contratto entro il 30 giugno 2024.
In questo articolo

Telepass aumenta i prezzi del canone “base” che, a partire dal 1° luglio, passerà dagli attuali 1,83 euro a 3,90 euro al mese per Telepass Family. La scelta di aumentare i prezzi del 113% è stata presa dall’azienda con l’intenzione di rinnovare la propria strategia commerciale offrendo altri servizi oltre il telepedaggio, e trasformarsi in una piattaforma completa per la mobilità. Tuttavia, questa decisione non è stata accolta positivamente da tutti i clienti, alcuni dei quali hanno deciso di valutare un’alternativa, disdire l’abbonamento Telepass e passare a uno dei nuovi operatori sul mercato del telepedaggio che offrono soluzioni più economiche, come MooneyGo e UnipolMove. 

Prima di sottoscrivere un nuovo contratto con un altro fornitore, è fondamentale completare la disdetta Telepass. Segui una delle procedure descritte per garantire una transizione senza problemi. Confronta attentamente le offerte disponibili e scegli quella che meglio risponde alle tue esigenze di mobilità e di costo.

Come disdire il Telepass

Gli automobilisti che non intendono accettare gli aumenti dei prezzi possono recedere con effetto immediato, senza penali o costi di disattivazione, entro il 30 giugno 2024. Per la disdetta del canone del servizio Telepass Family, ovvero quello interessato dalla proposta di modifica del contratto, la società mette a disposizione 3 distinte modalità:

Disdetta Online: La procedura online è la più comoda e veloce. Sulla pagina dedicata sul sito Telepass sono indicate tutte le modalità per disdire il servizio. La disdetta di Telepass Family è possibile tramite uno dei seguenti canali:

  • tramite e-mail all’indirizzo gestionecontratto@telepass.com
  • tramite indirizzo PEC all’indirizzo assistenza@pec.telepass.com
  • tramite servizio postale, all’indirizzo TELEPASS S.p.A. – Customer Care, Via del Serafico 49 – 00142 ROMA

All’interno della comunicazione, assicurarsi di inserire il numero di contratto, le proprie generalità (nome e cognome, codice fiscale, indirizzo di residenza) e la propria intenzione di cessazione del contratto Telepass Family.

Ricordiamo che, a differenza delle e-mail tradizionali, quelle inviate tramite PEC (Posta Elettronica Certificata) hanno una valenza legale, al pari della tradizionale raccomandata con ricevuta di ritorno. A dire il vero, sono molte le ragioni per cui la PEC è lo strumento da preferire rispetto a e-mail e raccomandata, in particolare in caso di disdetta di un contratto.

Disdetta Telefonica: Se preferisci parlare direttamente con un operatore, puoi chiamare il servizio clienti Telepass al numero dedicato. L’operatore ti guiderà attraverso i passaggi necessari per disdire il servizio. Assicurati di avere a portata di mano il tuo codice cliente e altre informazioni personali per velocizzare il processo.

Disdetta Presso Punti di Assistenza: Infine, puoi recarti presso i Telepass Store, i Centri servizi dei gestori autostradali (ancora operativi) e gli altri punti vendita o assistenza. Gli operatori saranno in grado di assisterti nella disdetta del servizio e di fornirti tutte le informazioni necessarie. Questa opzione può essere utile se hai bisogno di ulteriori chiarimenti o assistenza personalizzata.

Riconsegna il dispositivo e conserva la copia del documento

Una volta completati questi passaggi e restituito il dispositivo Telepass, è importante conservare copia della disdetta ed eventuale copia di consegna del dispositivo per eventuali necessità future per evitare di incorrere in eventuali penali.

Le informazioni contenute nel blog sono fornite a solo scopo informativo e non intendono sostituire in alcun modo il parere o le procedure ufficiali delle autorità e degli enti pubblici. In nessun caso possono costituire la base per decisioni legali o amministrative, né sono da considerarsi definitive o esaustive riguardo le tematiche trattate. Si raccomanda di consultare sempre i siti ufficiali delle relative istituzioni per informazioni aggiornate e ufficiali. Pratiche.it e gli autori del blog declinano ogni responsabilità per eventuali inconvenienti o danni derivanti dall’uso delle informazioni qui presentate. L’uso delle informazioni fornite avviene sotto la piena responsabilità dell’utente.
Potrebbe interessarti