inserisci i dati dell'azienda
inserisci il nome dell'utente che sarà registrato



alarm_on
consegna
oggi alle 18:30
Loading...
euro
totale ordine
1200.00 1464.00
Loading...

Premendo il pulsante dichiaro di aver preso visione dell'Informativa Privacy di Pratiche.it S.r.l.

Il reporting ESG è uno strumento prezioso per le aziende di ogni dimensione e settore. Diventerà la norma nei prossimi anni, quindi non c’è momento migliore di oggi per avvivinarsi allo sviluppo sostenibile!

Lo standard GRI è un'opzione completa e intuitiva per iniziare il tuo percorso di rendicontazione ESG, poiché è semplice, intuitiva e ti guiderà attraverso l'intero processo con facilità.

Alcuni dei vantaggi più significativi che il percorso GRI può apportare includono:

  • Migliorare la trasparenza e la tracciabilità. Il reporting GRI fornisce un quadro standardizzato che consente alle aziende di divulgare le proprie performance e i propri impatti in termini di sostenibilità. Questa trasparenza e responsabilità possono aiutare le aziende a creare fiducia con i propri stakeholder (clienti, investitori, lavoratori, comunità) e a migliorare la propria reputazione.
  • Attrarre e fidelizzare investitori e clienti. Gli investitori e i clienti cercano sempre più di investire e fare business con aziende impegnate nella sostenibilità. Il reporting GRI può aiutare le aziende a dimostrare il proprio impegno verso la sostenibilità e ad attrarre e trattenere questi importanti stakeholder.
  • Identificare e gestire i rischi. Il reporting GRI può aiutare le aziende a identificare e gestire i propri rischi connessi alla sostenibilità. Comprendendo i rischi, le aziende possono adottare misure per mitigarli e migliorare le prestazioni complessive.
  • Benchmarking contro i pari. Il reporting GRI consente alle aziende di confrontare le proprie prestazioni di sostenibilità con quelle dei concorrenti. Questo benchmarking può aiutare le aziende a identificare le aree in cui devono migliorare e fissare obiettivi di sostenibilità ambiziosi.
dettaglio costi del servizio
competenza imponibile iva totale
Global reporting initiative 1200.00 € 22 % 1464.00 €
totale 1200.00 € 264.00 € 1464.00 €
Cos'è il report di sostenibilità?

Il report di sostenibilità tramite segnalazione GRI si riferisce alla pratica di utilizzare il framework Global Reporting Initiative (GRI) per divulgare le prestazioni economiche, ambientali e sociali di un'organizzazione. Essa comporta la raccolta sistematica e la segnalazione dei dati su temi legati alla sostenibilità al fine di fornire agli stakeholder informazioni trasparenti e complete.

Cos'è il Global Reporting Initiative (GRI)?

Il Global Reporting Initiative (GRI) è un'organizzazione internazionale indipendente che ha sviluppato un framework ampiamente riconosciuto per la segnalazione sulla sostenibilità. Gli standard del GRI aiutano le organizzazioni a misurare e comunicare gli impatti e le prestazioni ambientali, sociali e di governance (ESG).

Perché è importante il report di sostenibilità?

Il report di sostenibilità aiuta le organizzazioni a dimostrare il loro impegno verso la sostenibilità e le pratiche commerciali responsabili. Fornisce agli stakeholder, tra cui investitori, clienti, dipendenti e regolatori, informazioni preziose per valutare le prestazioni, i rischi e le opportunità di un'organizzazione nell'ambito della sostenibilità.

Chi utilizza il report di sostenibilità?

Il report di sostenibilità è utilizzato da un'ampia gamma di organizzazioni, tra cui imprese, agenzie governative, organizzazioni no-profit e enti del settore pubblico. È particolarmente comune tra le aziende che cercano di migliorare le loro pratiche di sostenibilità e di segnalare i loro progressi agli stakeholder.

Quali sono i vantaggi del report di sostenibilità per le organizzazioni?
  • Maggiore trasparenza e responsabilità
  • Miglioramento della reputazione e della fiducia degli stakeholder
  • Migliore gestione dei rischi e identificazione delle opportunità
  • Maggiore coinvolgimento e trattenimento dei dipendenti
  • Accesso a investitori e opportunità di finanziamento focalizzate sull'ESG
Il report di sostenibilità è obbligatorio?

Il report è generalmente volontario; tuttavia, alcuni enti regolatori o borse valori in determinati paesi possono richiedere alle società quotate in borsa. Inoltre, gli stakeholder come investitori e clienti si aspettano sempre di più la trasparenza e la segnalazione sulla sostenibilità, rendendola una richiesta de facto per molte organizzazioni.

Come posso avviare un report sulla sostenibilità?

Per iniziare un report sulla sostenibilità, le organizzazioni possono seguire questi passi:

  • Familiarizzare con gli Standard GRI
  • Identificare argomenti ESG rilevanti e aspettative degli stakeholder
  • Raccogliere ed analizzare dati sulle prestazioni ESG
  • Sviluppare un rapporto sulla sostenibilità utilizzando il framework GRI
  • Coinvolgere gli stakeholder per ottenere input e validazione
  • Pubblicare il rapporto sulla sostenibilità e comunicare i risultati
Quali sono i principali componenti del report di sostenibilità che otterrai?
  • L'organizzazione e le sue prassi di rendicontazione 
    • Dettagli organizzativi
    • Entità incluse nella rendicontazione di sostenibilità dell'organizzazione
    • Periodo di rendicontazione, frequenza e punto di contatto
    • Revisione delle informazioni
    • Assurance esterna
  • Attività e lavoratori
    • Attività, catena del valore e altri rapporti di business
    • Dipendenti
    • Lavoratori non dipendenti
  • Governance
    • Struttura e composizione della governance
    • Nomina e selezione del massimo organo di governo
    • Presidente del massimo organo di governo
    • Ruolo del massimo organo di governo nel controllo della gestione degli impatti
    • Delega di responsabilità per la gestione degli impatti
    • Ruolo del massimo organo di governo nella rendicontazione di sostenibilità 
    • Conflitti d'interesse
    • Comunicazione delle criticità
    • Conoscenze collettive del massimo organo di governo
    • Valutazione della performance del massimo organo di governo
    • Norme riguardanti le remunerazioni
    • Procedure di determinazione della retribuzione
    • Rapporto di retribuzione totale annuale
  • Strategia, politiche e prassi
    • Dichiarazione sulla strategia di sviluppo sostenibile
    • Impegno in termini di policy
    • Integrazione degli impegni in termini di policy
    • Processi volti a rimediare impatti negativi
    • Meccanismi per richiedere chiarimenti e sollevare preoccupazioni
    • Conformità a leggi e regolamenti
    • Appartenenza ad associazioni
  • Coinvolgimento degli stakeholder
    • Approccio al coinvolgimento degli stakeholder
    • Contratti collettivi

Sector Standards

  • Informative su temi materiali
    • Processo di determinazione dei temi materiali 
    • Elenco di temi materiali
  • Impatti Economici Indiretti
    • Investimenti in infrastrutture e servizi supportati
    • Impatti economici indiretti significativi
  • Anticorruzione
    • Operazioni valutate per determinare i rischi relativi alla corruzione
    • Incidenti confermati di corruzione e misure adottate
    • Comunicazione e formazione su normative e procedure anticorruzione
  • Performance Economica
    • Valore economico diretto generato e distribuito
    • Assistenza finanziaria ricevuta dal governo
    • Obblighi riguardanti i piani di benefici definiti e altri piani pensionistici
    • Implicazioni finanziarie e altri rischi e opportunità risultanti dal cambiamento climatico
  • Performance Economica
    • Rapporto tra i salari base standard per genere rispetto al salario minimo locale
    • Percentuale di alta dirigenza assunta attingendo dalla comunità locale
  • Prassi di Approvvigionamento
    • Proporzione della spesa effettuata a favore di fornitori locali
  • Comportamento Anticompetitivo
    • Azioni legali relative a comportamento anticompetitivo, attività di trust e prassi monopolistiche
  • Materiali
    • Prodotti recuperati e i relativi materiali di confezionamento
    • Materiali di ingresso riciclati utilizzati
    • Materiali utilizzati in base al peso o al volume
  • Tasse
    • Reportistica per Paese 
    • Coinvolgimento degli stakeholder e gestione delle preoccupazioni correlate alle imposte 
    • Governance relativa alle imposte, controllo e gestione del rischio
    • Approccio alle imposte
  • Energia
    • Riduzioni dei requisiti energetici di prodotti e servizi
    • Riduzione del consumo di energia 
    • Intensità energetica
    • Consumo di energia esterno all'organizzazione 
    • Consumo di energia interno all'organizzazione 
  • Acqua ed Effluenti
    • Interazioni con l'acqua come risorsa condivisa 
    • Gestione degli impatti legati allo scarico dell'acqua
    • Prelievo
    • Scarico idrico 
    • Consumo idrico
  • Biodiversità
    • Specie dell'elenco di presevazione nazionale e dell'Elenco rosso dell'IUCN con habitat in aree interessate da operazioni
    • Habitat protetti o ripristinati
    • Impatti significativi di attività, prodotti e servizi sulla biodiversità
    • Siti operativi di proprietà, concessi in leasing o gestiti in aree protette e in aree di elevato valore in termini di biodiversità fuori da aree protette
  • Emissioni
    • Ossidi di azoto (NOx), ossidi di zolfo (SOx) e altre emissioni nell'aria rilevanti
    • Emissioni di sostanze che riducono lo strato di ozono (ODS)
    • Riduzione di emissioni di gas a effetto serra (GHG)
    • Intensità delle emissioni di gas a effetto serra (GHG) 
    • Altre emissioni di gas a effetto serra (GHG) indirette
    • Emissioni di gas a effetto serra (GHG) indirette da consumi energetici
    • Emissioni di gas a effetto serra (GHG) dirette
  • Rifiuti
    • Generazione di rifiuti e impatti significativi correlati ai rifiuti
    • Gestione di impatti significativi correlati ai rifiuti
    • Rifiuti generati
    • Rifiuti non conferiti in discarica
    • Rifiuti conferiti in discarica
  • Valutazione Ambientale dei Fornitori
    • Impatti ambientali negativi nella catena di fornitura e misure adottate
    • Nuovi fornitori che sono stati selezionati utilizzando criteri ambientali
  • Occupazione
    • Assunzioni di nuovi dipendenti e avvicendamento dei dipendenti
    • Benefici per i dipendenti a tempo pieno che non sono disponibili per i dipendenti a tempo determinato o part-time
    • Congedo parentale
  • Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali
    • Periodi minimi di preavviso in merito alle modifiche operative
  • Salute e Sicurezza sul lavoro
    • Infortuni sul lavoro
    • Lavoratori coperti da un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro
    • Prevenzione e mitigazione degli impatti in materia di salute e sicurezza sul lavoro direttamente collegati ai rapporti di business
    • Promozione della salute dei lavoratori
    • Formazione dei lavoratori sulla salute e sicurezza sul lavoro
    • Partecipazione e consultazione dei lavoratori in merito a programmi di salute e sicurezza sul lavoro e relativa comunicazione
    • Servizi per la salute professionale
    • Identificazione del pericolo, valutazione del rischio e indagini sugli incidenti
    • Sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro
    • Malattia professionale
  • Gestione dei temi materiali

Il reporting ESG è uno strumento prezioso per le aziende di ogni dimensione e settore. Diventerà la norma nei prossimi anni, quindi non c’è momento migliore di oggi per avvivinarsi allo sviluppo sostenibile!

Lo standard GRI è un'opzione completa e intuitiva per iniziare il tuo percorso di rendicontazione ESG, poiché è semplice, intuitiva e ti guiderà attraverso l'intero processo con facilità.

Alcuni dei vantaggi più significativi che il percorso GRI può apportare includono:

  • Migliorare la trasparenza e la tracciabilità. Il reporting GRI fornisce un quadro standardizzato che consente alle aziende di divulgare le proprie performance e i propri impatti in termini di sostenibilità. Questa trasparenza e responsabilità possono aiutare le aziende a creare fiducia con i propri stakeholder (clienti, investitori, lavoratori, comunità) e a migliorare la propria reputazione.
  • Attrarre e fidelizzare investitori e clienti. Gli investitori e i clienti cercano sempre più di investire e fare business con aziende impegnate nella sostenibilità. Il reporting GRI può aiutare le aziende a dimostrare il proprio impegno verso la sostenibilità e ad attrarre e trattenere questi importanti stakeholder.
  • Identificare e gestire i rischi. Il reporting GRI può aiutare le aziende a identificare e gestire i propri rischi connessi alla sostenibilità. Comprendendo i rischi, le aziende possono adottare misure per mitigarli e migliorare le prestazioni complessive.
  • Benchmarking contro i pari. Il reporting GRI consente alle aziende di confrontare le proprie prestazioni di sostenibilità con quelle dei concorrenti. Questo benchmarking può aiutare le aziende a identificare le aree in cui devono migliorare e fissare obiettivi di sostenibilità ambiziosi.

dettaglio costi del servizio
competenza imponibile iva totale
Global reporting initiative 1200.00 € 22 % 1464.00 €
totale 1200.00 € 264.00 € 1464.00 €

Cos'è il report di sostenibilità?

Il report di sostenibilità tramite segnalazione GRI si riferisce alla pratica di utilizzare il framework Global Reporting Initiative (GRI) per divulgare le prestazioni economiche, ambientali e sociali di un'organizzazione. Essa comporta la raccolta sistematica e la segnalazione dei dati su temi legati alla sostenibilità al fine di fornire agli stakeholder informazioni trasparenti e complete.

Cos'è il Global Reporting Initiative (GRI)?

Il Global Reporting Initiative (GRI) è un'organizzazione internazionale indipendente che ha sviluppato un framework ampiamente riconosciuto per la segnalazione sulla sostenibilità. Gli standard del GRI aiutano le organizzazioni a misurare e comunicare gli impatti e le prestazioni ambientali, sociali e di governance (ESG).

Perché è importante il report di sostenibilità?

Il report di sostenibilità aiuta le organizzazioni a dimostrare il loro impegno verso la sostenibilità e le pratiche commerciali responsabili. Fornisce agli stakeholder, tra cui investitori, clienti, dipendenti e regolatori, informazioni preziose per valutare le prestazioni, i rischi e le opportunità di un'organizzazione nell'ambito della sostenibilità.

Chi utilizza il report di sostenibilità?

Il report di sostenibilità è utilizzato da un'ampia gamma di organizzazioni, tra cui imprese, agenzie governative, organizzazioni no-profit e enti del settore pubblico. È particolarmente comune tra le aziende che cercano di migliorare le loro pratiche di sostenibilità e di segnalare i loro progressi agli stakeholder.

Quali sono i vantaggi del report di sostenibilità per le organizzazioni?
  • Maggiore trasparenza e responsabilità
  • Miglioramento della reputazione e della fiducia degli stakeholder
  • Migliore gestione dei rischi e identificazione delle opportunità
  • Maggiore coinvolgimento e trattenimento dei dipendenti
  • Accesso a investitori e opportunità di finanziamento focalizzate sull'ESG
Il report di sostenibilità è obbligatorio?

Il report è generalmente volontario; tuttavia, alcuni enti regolatori o borse valori in determinati paesi possono richiedere alle società quotate in borsa. Inoltre, gli stakeholder come investitori e clienti si aspettano sempre di più la trasparenza e la segnalazione sulla sostenibilità, rendendola una richiesta de facto per molte organizzazioni.

Come posso avviare un report sulla sostenibilità?

Per iniziare un report sulla sostenibilità, le organizzazioni possono seguire questi passi:

  • Familiarizzare con gli Standard GRI
  • Identificare argomenti ESG rilevanti e aspettative degli stakeholder
  • Raccogliere ed analizzare dati sulle prestazioni ESG
  • Sviluppare un rapporto sulla sostenibilità utilizzando il framework GRI
  • Coinvolgere gli stakeholder per ottenere input e validazione
  • Pubblicare il rapporto sulla sostenibilità e comunicare i risultati
Quali sono i principali componenti del report di sostenibilità che otterrai?
  • L'organizzazione e le sue prassi di rendicontazione 
    • Dettagli organizzativi
    • Entità incluse nella rendicontazione di sostenibilità dell'organizzazione
    • Periodo di rendicontazione, frequenza e punto di contatto
    • Revisione delle informazioni
    • Assurance esterna
  • Attività e lavoratori
    • Attività, catena del valore e altri rapporti di business
    • Dipendenti
    • Lavoratori non dipendenti
  • Governance
    • Struttura e composizione della governance
    • Nomina e selezione del massimo organo di governo
    • Presidente del massimo organo di governo
    • Ruolo del massimo organo di governo nel controllo della gestione degli impatti
    • Delega di responsabilità per la gestione degli impatti
    • Ruolo del massimo organo di governo nella rendicontazione di sostenibilità 
    • Conflitti d'interesse
    • Comunicazione delle criticità
    • Conoscenze collettive del massimo organo di governo
    • Valutazione della performance del massimo organo di governo
    • Norme riguardanti le remunerazioni
    • Procedure di determinazione della retribuzione
    • Rapporto di retribuzione totale annuale
  • Strategia, politiche e prassi
    • Dichiarazione sulla strategia di sviluppo sostenibile
    • Impegno in termini di policy
    • Integrazione degli impegni in termini di policy
    • Processi volti a rimediare impatti negativi
    • Meccanismi per richiedere chiarimenti e sollevare preoccupazioni
    • Conformità a leggi e regolamenti
    • Appartenenza ad associazioni
  • Coinvolgimento degli stakeholder
    • Approccio al coinvolgimento degli stakeholder
    • Contratti collettivi

Sector Standards

  • Informative su temi materiali
    • Processo di determinazione dei temi materiali 
    • Elenco di temi materiali
  • Impatti Economici Indiretti
    • Investimenti in infrastrutture e servizi supportati
    • Impatti economici indiretti significativi
  • Anticorruzione
    • Operazioni valutate per determinare i rischi relativi alla corruzione
    • Incidenti confermati di corruzione e misure adottate
    • Comunicazione e formazione su normative e procedure anticorruzione
  • Performance Economica
    • Valore economico diretto generato e distribuito
    • Assistenza finanziaria ricevuta dal governo
    • Obblighi riguardanti i piani di benefici definiti e altri piani pensionistici
    • Implicazioni finanziarie e altri rischi e opportunità risultanti dal cambiamento climatico
  • Performance Economica
    • Rapporto tra i salari base standard per genere rispetto al salario minimo locale
    • Percentuale di alta dirigenza assunta attingendo dalla comunità locale
  • Prassi di Approvvigionamento
    • Proporzione della spesa effettuata a favore di fornitori locali
  • Comportamento Anticompetitivo
    • Azioni legali relative a comportamento anticompetitivo, attività di trust e prassi monopolistiche
  • Materiali
    • Prodotti recuperati e i relativi materiali di confezionamento
    • Materiali di ingresso riciclati utilizzati
    • Materiali utilizzati in base al peso o al volume
  • Tasse
    • Reportistica per Paese 
    • Coinvolgimento degli stakeholder e gestione delle preoccupazioni correlate alle imposte 
    • Governance relativa alle imposte, controllo e gestione del rischio
    • Approccio alle imposte
  • Energia
    • Riduzioni dei requisiti energetici di prodotti e servizi
    • Riduzione del consumo di energia 
    • Intensità energetica
    • Consumo di energia esterno all'organizzazione 
    • Consumo di energia interno all'organizzazione 
  • Acqua ed Effluenti
    • Interazioni con l'acqua come risorsa condivisa 
    • Gestione degli impatti legati allo scarico dell'acqua
    • Prelievo
    • Scarico idrico 
    • Consumo idrico
  • Biodiversità
    • Specie dell'elenco di presevazione nazionale e dell'Elenco rosso dell'IUCN con habitat in aree interessate da operazioni
    • Habitat protetti o ripristinati
    • Impatti significativi di attività, prodotti e servizi sulla biodiversità
    • Siti operativi di proprietà, concessi in leasing o gestiti in aree protette e in aree di elevato valore in termini di biodiversità fuori da aree protette
  • Emissioni
    • Ossidi di azoto (NOx), ossidi di zolfo (SOx) e altre emissioni nell'aria rilevanti
    • Emissioni di sostanze che riducono lo strato di ozono (ODS)
    • Riduzione di emissioni di gas a effetto serra (GHG)
    • Intensità delle emissioni di gas a effetto serra (GHG) 
    • Altre emissioni di gas a effetto serra (GHG) indirette
    • Emissioni di gas a effetto serra (GHG) indirette da consumi energetici
    • Emissioni di gas a effetto serra (GHG) dirette
  • Rifiuti
    • Generazione di rifiuti e impatti significativi correlati ai rifiuti
    • Gestione di impatti significativi correlati ai rifiuti
    • Rifiuti generati
    • Rifiuti non conferiti in discarica
    • Rifiuti conferiti in discarica
  • Valutazione Ambientale dei Fornitori
    • Impatti ambientali negativi nella catena di fornitura e misure adottate
    • Nuovi fornitori che sono stati selezionati utilizzando criteri ambientali
  • Occupazione
    • Assunzioni di nuovi dipendenti e avvicendamento dei dipendenti
    • Benefici per i dipendenti a tempo pieno che non sono disponibili per i dipendenti a tempo determinato o part-time
    • Congedo parentale
  • Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali
    • Periodi minimi di preavviso in merito alle modifiche operative
  • Salute e Sicurezza sul lavoro
    • Infortuni sul lavoro
    • Lavoratori coperti da un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro
    • Prevenzione e mitigazione degli impatti in materia di salute e sicurezza sul lavoro direttamente collegati ai rapporti di business
    • Promozione della salute dei lavoratori
    • Formazione dei lavoratori sulla salute e sicurezza sul lavoro
    • Partecipazione e consultazione dei lavoratori in merito a programmi di salute e sicurezza sul lavoro e relativa comunicazione
    • Servizi per la salute professionale
    • Identificazione del pericolo, valutazione del rischio e indagini sugli incidenti
    • Sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro
    • Malattia professionale
  • Gestione dei temi materiali