Blog pratiche.it

Blog

Cerca

Che cos’è una Visura Camerale e quando serve

La visura camerale fornisce informazioni su qualunque impresa italiana, individuale o collettiva, iscritta al registro delle imprese.
visura camerale
In questo articolo

Cos’è una visura camerale

La visura camerale è un documento contenente le informazioni depositate alle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura su qualunque impresa italiana, individuale o collettiva, iscritta al Registro Imprese. Al di là delle informazioni fondamentali, tra cui ragione sociale, sede legale e indirizzo PEC, tramite una visura camerale si potrà accedere a un insieme di dati utili, come riferimenti d’iscrizione, denominazione, dati anagrafici, recapiti, indirizzo della sede, Codice fiscale/Partita IVA, forma giuridica, data di costituzione. All’interno di una visura camerale si trova anche l’attività svolta dall’impresa, numero e tipologia di addetti, certificati di qualità, attestazioni, cariche amministrative, di controllo e qualifiche, organi sociali, titolari e soci con relative quote, albi ruoli e licenze, sedi secondarie e unità locali.

Visura camerale ordinaria e storica

La visura camerale ordinaria è una fotografia dell’azienda nel momento in cui la visura viene richiesta, e fornisce le principali informazioni economiche e amministrative tra cui: dati anagrafici, codice fiscale, natura giuridica, data di costituzione, attività svolta, cariche amministrative, organi sociali, unità locali.
Questo documento potrà servirti, ad esempio, per verificare l’effettiva esistenza di un’impresa e valutarne la solidità.

La visura camerale storica contiene tutte le informazioni relative a un’azienda a partire dalla data della sua prima costituzione fino alla data della richiesta: potrai quindi avere accesso a informazioni come modifiche dell’assetto societario, cambio di sede legale e vendita di quote societarie.
La visura storica è indicata per chi intende avere un quadro completo dell’azienda.

Quando serve la visura camerale

La visura camerale permette di accedere a numerose informazioni relative a un’azienda, nello specifico a tutte le informazioni depositate presso la Camera di Commercio.
Venire a conoscenza di aspetti come la composizione societaria di un’azienda, gli amministratori e le cariche permette di conoscere in anticipo i futuri business partner e comprendere ad esempio, se gli esponenti sono stabili oppure cambiano di frequente.

Per comprendere le strategie economiche messe in atto da un’azienda potrà esserti utile avere indicazioni relative al capitale, agli eventuali trasferimenti d’azienda, alle fusioni o scissioni.

Sebbene non inclusive di tutti i dati relativi a un’impresa, queste informazioni costituiscono una base per delineare le caratteristiche di base che la contraddistinguono.
In pratica, la visura camerale permette di ottenere il maggior numero di informazioni possibili per ponderare con attenzione le tue scelte di collaborazione, investimento o acquisto.

Certificato camerale o visura camerale

Abbiamo già parlato del certificato camerale, il quale, come la visura camerale, può essere richiesto per qualsiasi impresa iscritta presso la Camera di Commercio.
I due documenti, tuttavia, si differenziano in quanto:

  • la visura camerale viene rilasciata in carta semplice, non ha valore legale poiché non riporta la firma dell’addetto della Camera di Commercio.
  • il certificato camerale è stampato su una carta filigranata non fotoriproducibile con apposto un bollo diverso per ogni tipo di certificato (ordinario, storico o artigiano). Il certificato camerale ha valore legale di certificazione ed è valido sei mesi

Chi può richiedere la visura camerale

Chiunque può richiedere una visura camerale relativa a qualsiasi impresa italiana. Come anticipato, questo documento può essere richiesto per le categorie appartenenti a:

  • Agricoltura
  • Artigianato
  • Industria

Non è dunque possibile richiedere una visura camerale per gli albi professionali (ad esempio architetti, medici, ingegneri, avvocati), a meno che non si trovino all’interno di uno studio associato, e quindi siano classificate a tutti gli effetti come società.

Come ottenere una visura camerale gratis

Al momento, ottenere una visura camerale gratuitamente per un’azienda non è possibile.

Indipendentemente dal fatto che la richiesta avvenga attraverso il Registro Imprese della Camera di Commercio, il proprio commercialista o rivenditori autorizzati dalla CCIAA, saranno applicati dei costi relativi ai diritti di segreteria e ai servizi forniti dalla CCIAA.

Anche visitando personalmente gli uffici della Camera di Commercio provinciale dove l’azienda risulta registrata, l’ottenimento di una visura camerale comporterà delle spese.

Con Pratiche.it, distributore ufficiale delle Camere di Commercio, è possibile ricevere direttamente via email una visura camerale, sia ordinaria che storica, evitando attese agli sportelli.

Per ricevere la visura, sarà sufficiente fornire la ragione sociale, la partita IVA o il codice fiscale dell’impresa e, se desiderato, la provincia. Questo processo permette di accedere facilmente alla visura desiderata direttamente nella propria casella email con pochi semplici clic.

Le informazioni contenute nel blog sono fornite a solo scopo informativo e non intendono sostituire in alcun modo il parere o le procedure ufficiali delle autorità e degli enti pubblici. In nessun caso possono costituire la base per decisioni legali o amministrative, né sono da considerarsi definitive o esaustive riguardo le tematiche trattate. Si raccomanda di consultare sempre i siti ufficiali delle relative istituzioni per informazioni aggiornate e ufficiali. Pratiche.it e gli autori del blog declinano ogni responsabilità per eventuali inconvenienti o danni derivanti dall’uso delle informazioni qui presentate. L’uso delle informazioni fornite avviene sotto la piena responsabilità dell’utente.
Potrebbe interessarti