Blog pratiche.it

Blog

Cerca

Certificato Carichi Pendenti degli Illeciti Amministrativi: Cos’è e Richiesta Online

Il Certificato dei Carichi Pendenti degli Illeciti Amministrativi è uno strumento fondamentale per conoscere la situazione giudiziaria di un ente e certificarla a terzi. Cos'è questo certificato, a cosa serve e come ottenerlo in modo semplice e veloce grazie al servizio offerto da Pratiche.it.
In questo articolo

Cos’è e a cosa serve il Certificato dei Carichi Pendenti

Nel panorama giuridico italiano, esiste un documento di grande rilevanza per le persone giuridiche, le società e le associazioni: il Certificato dei Carichi Pendenti degli illeciti amministrativi. Ma di cosa si tratta esattamente e come è possibile ottenerlo? Scopriamolo insieme.
Il Certificato dei Carichi Pendenti degli illeciti amministrativi è un documento ufficiale che attesta l’esistenza o meno di procedimenti pendenti giudiziari ovvero procedimenti per i quali non siano ancora intervenuti provvedimenti giudiziari definitivi, relativi ad illeciti amministrativi dipendenti da reato a carico di enti presso gli Uffici Giudiziari del Circondario del Tribunale in cui si effettua la richiesta. Questo certificato è rilasciato dagli Uffici Giudiziari del Circondario del Tribunale competente.
Il certificato è fondamentale per avere una panoramica chiara e dettagliata della situazione giudiziaria dell’ente e può essere utilizzato per dimostrare tale situazione a soggetti terzi. Tuttavia, è importante sottolineare che si tratta di un documento riservato, che può essere richiesto solo da soggetti autorizzati.

Come richiedere il Certificato e chi può farlo

Il Certificato dei Carichi Pendenti può essere richiesto dal diretto interessato, dal legale rappresentante dell’ente o da un delegato autorizzato. La richiesta può essere effettuata senza dover fornire una motivazione specifica e deve essere corredata da copia del documento di identità, visura camerale e delega del legale rappresentante. Inoltre, il certificato può essere richiesto anche da autorità giudiziarie penali, Gestori di Pubblici Servizi e Pubbliche Amministrazioni, che possono presentare un’autocertificazione in sostituzione del certificato stesso.

Il servizio di Pratiche.it

Per facilitare la richiesta del Certificato dei Carichi Pendenti e per evitare lunghe attese agli sportelli, è possibile avvalersi del servizio offerto da Pratiche.it. Un incaricato di Pratiche.it si occuperà di presentare la richiesta presso la Procura della Repubblica competente e di inviare il documento direttamente al domicilio del richiedente. Il servizio di Pratiche.it è attivo per le province di Milano, Monza Brianza e Roma (solo città) e prevede tempi di consegna rapidi: 5 giorni lavorativi per Milano e Monza Brianza e 10 giorni lavorativi per Roma.
Per richiedere il servizio, è sufficiente compilare il form sul sito di Pratiche.it, inserendo i seguenti dati:

  • Provincia
  • Comune
  • Ragione Sociale
  • Codice Fiscale
  • Visura Camerale

Un servizio comodo e pratico, che consente di risparmiare tempo e di ricevere il documento direttamente a casa o in ufficio.

Validità e utilizzo del Certificato

Il Certificato dei Carichi Pendenti degli Illeciti Amministrativi ha una validità di 6 mesi a partire dalla data di rilascio. È importante sottolineare che il certificato non può essere presentato agli organi della pubblica amministrazione o ai gestori di pubblici servizi. Infatti, dal 1 gennaio 2012, nei rapporti con le amministrazioni pubbliche, i certificati sono sostituiti obbligatoriamente da autocertificazioni, come previsto dall’art. 40 del DPR 445/2000, modificato dall’art. 15 della legge 183/2011.

Le informazioni contenute nel blog sono fornite a solo scopo informativo e non intendono sostituire in alcun modo il parere o le procedure ufficiali delle autorità e degli enti pubblici. In nessun caso possono costituire la base per decisioni legali o amministrative, né sono da considerarsi definitive o esaustive riguardo le tematiche trattate. Si raccomanda di consultare sempre i siti ufficiali delle relative istituzioni per informazioni aggiornate e ufficiali. Pratiche.it e gli autori del blog declinano ogni responsabilità per eventuali inconvenienti o danni derivanti dall’uso delle informazioni qui presentate. L’uso delle informazioni fornite avviene sotto la piena responsabilità dell’utente.
Potrebbe interessarti
Disdetta contratto di affitto: come fare?

Che tu sia inquilino o proprietario, per garantire una disdetta del contratto senza intoppi è fondamentale seguire le direttive stabilite. L’invio della disdetta può avvenire attraverso posta elettronica certificata o raccomandata. Entrambe le modalità hanno i loro vantaggi, ma è essenziale che la comunicazione sia chiara e dettagliata.

Leggi tutto »