Blog pratiche.it

Blog

Cerca

Come modificare la PEC in Camera di Commercio

Hai cambiato l'indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) ma non sai come comunicarne la modifica al Registro delle Imprese? Hai fatto scadere la tua vecchia PEC e ora che ne hai attivata una nuova necessiti di aggiornare queste informazioni nel Registro delle Imprese? Ecco come fare, utilizzando il servizio Pratiche.it.
In questo articolo

Perché è importante comunicare la modifica della PEC in Camera di Commercio

La PEC è diventata uno strumento essenziale nella comunicazione aziendale, in particolare per tutte le interazioni ufficiali che richiedono una validità legale. Per questo è obbligatorio per tutte le imprese registrate comunicare l’indirizzo PEC al portale del Registro delle Imprese della Camera di Commercio, come stabilito dalla legge 221/2012. 

Per le nuove imprese, questa comunicazione deve avvenire contestualmente all’iscrizione al Registro delle Imprese. 

Aggiornare la PEC permette di garantire che tutte le comunicazioni legali e formali raggiungano la tua azienda senza intoppi:

  • Validità Legale delle Comunicazioni: La PEC ha lo stesso valore legale di una raccomandata con ricevuta di ritorno. Pertanto, notifiche legali, comunicazioni fiscali, e qualsiasi corrispondenza ufficiale inviata alla PEC dell’azienda sono considerate legalmente consegnate al momento della ricezione. Un indirizzo PEC aggiornato e corretto assicura che queste comunicazioni raggiungano l’azienda senza ritardi o contestazioni sulla loro ricezione.
  • Obblighi Normativi: La legge italiana impone alle imprese di comunicare l’indirizzo PEC al momento dell’iscrizione nel Registro delle Imprese e di mantenere aggiornate queste informazioni. 
  • Efficienza Operativa: Avere un indirizzo PEC aggiornato facilita la gestione efficiente delle comunicazioni aziendali. Le aziende ricevono attraverso la PEC documenti importanti come convocazioni, avvisi legali, e aggiornamenti normativi. 

Assicurandosi che l’indirizzo PEC sia sempre aggiornato, le aziende possono evitare inconvenienti legali e amministrativi e mantenere una comunicazione fluida e sicura con la Pubblica Amministrazione e con partner commerciali.

Chi può effettuare la modifica

L’aggiornamento dell’indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) di un’azienda è un compito che deve essere svolto da figure autorizzate all’interno dell’impresa. Queste figure sono fondamentali nel garantire che tutte le comunicazioni formali e legali siano correttamente indirizzate e ricevute. Ecco una panoramica dettagliata dei soggetti autorizzati a effettuare questa modifica:

  • amministratori dell’azienda
  • legale rappresentante
  • titolare
  • curatore fallimentare
  • liquidatore
  • commissario giudiziale. 

È importante notare che la firma per l’adempimento della comunicazione o variazione della PEC non può essere delegata a un professionista esterno, che potrà invece assistere nella compilazione e nell’invio della pratica.

Inoltre, la firma deve essere apposta esclusivamente da uno dei soggetti autorizzati sopra elencati, che dovranno disporre di un dispositivo di firma digitale per firmare la pratica di modifica della PEC. La firma digitale è essenziale per garantire l’autenticità e la sicurezza delle modifiche apportate nel sistema della Camera di Commercio.

Come comunicare variazione pec alla Camera di Commercio con Pratiche.it

Il servizio di comunicazione e di variazione PEC in Camera di Commercio, permette ad ogni società di comunicare o variare l’indirizzo PEC presso la Camera di Commercio di riferimento. Pratiche.it offre un servizio semplice e diretto per completare la comunicazione con un semplice click.

Per iniziare, dal sito Pratiche.it accedi alla sezione dedicata alla comunicazione/variazione della PEC. Compila il modulo online fornendo i dati richiesti, inclusi Codice Fiscale dell’azienda e nuovo indirizzo PEC. Pratiche.it si occuperà di depositare o di variare la PEC presso la Camera di Commercio e di registrarla nella banca dati camerale.

Una volta completato il form, riceverai la pratica già compilata, che dovrai firmare digitalmente. Assicurati di avere un dispositivo di firma digitale attivo. Una volta firmata la pratica, Pratiche.it invierà la documentazione alla Camera di Commercio competente tramite la tua casella PEC. Quando la pratica sarà inviata, la Camera di Commercio procederà alla verifica e all’aggiornamento dell’indirizzo PEC. Riceverai una conferma diretta da Pratiche.it una volta che il processo è completato.

Utilizzando Pratiche.it per modificare l’indirizzo PEC in Camera di Commercio, puoi rendere il processo molto più semplice e diretto. Ricorda di mantenere aggiornati tutti i tuoi strumenti digitali, inclusa la firma digitale, per garantire che la modifica sia elaborata senza problemi. Seguendo questi passaggi, garantirai che la tua impresa sia sia sempre pronta a ricevere tutte le comunicazioni ufficiali.

Le informazioni contenute nel blog sono fornite a solo scopo informativo e non intendono sostituire in alcun modo il parere o le procedure ufficiali delle autorità e degli enti pubblici. In nessun caso possono costituire la base per decisioni legali o amministrative, né sono da considerarsi definitive o esaustive riguardo le tematiche trattate. Si raccomanda di consultare sempre i siti ufficiali delle relative istituzioni per informazioni aggiornate e ufficiali. Pratiche.it e gli autori del blog declinano ogni responsabilità per eventuali inconvenienti o danni derivanti dall’uso delle informazioni qui presentate. L’uso delle informazioni fornite avviene sotto la piena responsabilità dell’utente.
Potrebbe interessarti
PEC, 9 persone su 10 la ritengono molto utile

La PEC è diventata ormai di uso comune ed è sempre più utilizzata dagli utenti italiani come mezzo di notifica a valore legale più diffuso in Italia. Secondo i dati ufficiali di AgID, alla fine del 2023 in Italia risultavano attive quasi 16 milioni di caselle, con circa 2,5 miliardi di messaggi scambiati nell’anno.

Leggi tutto »