Blog pratiche.it

Blog

Cerca

Catasto: gli immobili d’Italia in un’unica banca dati

Cos'è il catasto? Quali documenti si posso trovare e dove si trova?
catasto
In questo articolo

Catasto dei Fabbricati e Catasto dei Terreni

Il catasto è l’inventario dei beni immobili presenti sul territorio italiano, appartenenti sia a soggetti privati che pubblici, e fornisce le informazioni relative alla localizzazione geografica, estensione e consistenza di un bene immobiliare, destinazione d’uso e caratteristiche. È suddiviso in due sezioni: Catasto dei Fabbricati e Catasto dei Terreni.
Il Catasto dei Fabbricati, dove sono registrati dati di natura tecnico-fisica, giuridica ed economica, associati alle costruzioni, sia urbane che rurali. Tra questi dati troviamo:

  • indirizzo
  • zona censuaria
  • consistenza
  • rendita catastale
  • categoria
  • classe

Il Catasto Terreni (noto come Nuovo Catasto Terreni), dove vengono registrati tutti i terreni, agricoli e incolti, i fabbricati rurali, le strade pubbliche, ecc.. Tra i dati forniti troviamo:

  • qualità
  • classe
  • ha (superficie in ettari del terreno)
  • are (superficie in are del terreno)
  • ca (superficie in centiare del terreno)
  • reddito dominicale
  • reddito agrario

Quali documenti si trovano al catasto

Al catasto è possibile richiedere visure catastali, mappe e planimetrie catastali nonché effettuare le pratiche di rettifica di errori catastali, accatastamenti, frazionamenti e volture catastali.
Tra i documenti più rilevanti presenti al catasto, troviamo:

  • Visura catastale: contiene le informazioni tecniche di un fabbricato o di un terreno registrate nell’archivio del catasto. All’interno di una visura catastale troverai i dati catastali dell’immobile e dei proprietari: foglio, mappale/particella, subalterno, vani e/o superficie in mq a seconda della tipologia, rendita catastale, categoria catastale, classe, indirizzo, codice del comune, dati anagrafici dei proprietari.
  • Planimetria catastale: è la mappa-disegno in scala dell’immobile (appartamento, villa, box, cantina, ufficio, negozio, ecc..) con la suddivisione interna dei diversi locali di cui è composto. Inoltre, all’interno della planimetria sono riportate eventuali pertinenze legate all’immobile (ad esempio giardino, cantina, ecc).
  • Mappa catastale: è la porzione di mappa-disegno in scala del territorio, raffigurante la sagoma dei terreni e dei fabbricati di una specifica zona comunale, con i relativi dati catastali (particelle/mappali).
  • Rendita catastale: fornisce un valore fiscale presente per tutti gli immobili registrati all’Agenzia del Territorio, e viene utilizzato per calcolare alcune imposte, come IMU e TASI, successioni e donazioni.

Quando serve il catasto

I documenti presenti nel catasto sono indispensabili per la compravendita, locazione, donazione di un immobile, per determinare le imposte (ad esempio in fase di dichiarazione dei redditi, pagamento di IMU e TASI, ecc..), per aggiornare eventuali cambiamenti di un immobile e accertarne la proprietà.
Il Catasto non è probatorio, cioè non costituisce prova dei diritti reali in esso indicati (probatorietà delle identificazioni) né della posizione dei confini rappresentati nelle mappe (probatorietà topografica).

Dove si trova il catasto

Le banche dati catastali fino al 1° dicembre 2012 facevano riferimento all’Agenzia del Territorio, poi soppressa e incorporata nell’Agenzia delle Entrate.
In Italia gli uffici del Catasto sono presenti in tutte le regioni, generalmente (ma non sempre) nel capoluogo di provincia (ad esempio, il catasto di Milano e il catasto di Roma). Per non sottostare agli orari del catasto, evitare code e inutili perdite di tempo, è possibile trovare tutti i documenti del catasto online affidandosi a Pratiche.it Grazie a un vastissimo network di professionisti, Pratiche.it offre i propri servizi in tutta Italia.

Le informazioni contenute nel blog sono fornite a solo scopo informativo e non intendono sostituire in alcun modo il parere o le procedure ufficiali delle autorità e degli enti pubblici. In nessun caso possono costituire la base per decisioni legali o amministrative, né sono da considerarsi definitive o esaustive riguardo le tematiche trattate. Si raccomanda di consultare sempre i siti ufficiali delle relative istituzioni per informazioni aggiornate e ufficiali. Pratiche.it e gli autori del blog declinano ogni responsabilità per eventuali inconvenienti o danni derivanti dall’uso delle informazioni qui presentate. L’uso delle informazioni fornite avviene sotto la piena responsabilità dell’utente.
Potrebbe interessarti
Posta Elettronica Certificata, alleata ai concorsi pubblici

La Posta Elettronica Certificata, nota come PEC, sta diventando un pilastro nella nostra era digitale. Molto più di una semplice casella di posta elettronica, la PEC offre una soluzione digitale con valore legale, adatta non solo per aziende e professionisti, ma anche per privati cittadini desiderosi di partecipare a concorsi pubblici.

Leggi tutto »